venerdì 9 aprile 2010

Sul prossimo racconto: Lo Spadaccino di Zyz

Novità per il 13 aprile alle 15:00
Il prossimo racconto che pubblicherò su questo blog è ambientato su Adaghôs, l'isola principale dell'omonimo arcipelago che si trova nella parte meridionale del Mare Mediterraneo di Kok, nel Continente Settentrionale del pianeta Nyron.
Adaghôs, il cui nome significa “Dai Tre Lati”, è un'isola molto estesa dalla storia molto antica. Attualmente fa parte dell'Impero di Espa'olen ed è governata da un Vice-Re. È divisa in tre grandi regioni amministrative: le Terre di Tharmaes a ovest e a nord-ovest, rette dagli ultimi discendenti di Malkhart l'Eubuso - antico sovrano dell'intera isola, la Terra di Gusal'hybra a sud, governata dai Duchi di Hybral, infine il Vice-Regno di Ëubôtuk (Due Porti) nel nord-est, governato dai Principi di Jicaril.
Pur risiedendo nelle città, nelle campagne i nobili hanno potere di vita e di morte sui contadini che lavorano le loro terre in “comandato”, una forma di sfruttamento molto comune al tempo della nostra storia. I nobili, nel controllo del loro territorio, si fanno aiutare da famiglie di potenti, dette di “Mandati”, che dipendono da un capo famiglia chiamato “Mandatario”.
I Mandatari fanno da portavoce dei nobili, reclutano la manodopera, offrono favori e prestiti e prelevano le imposte per i nobili con la forma del “siggimentu” (si dice: “vinni a siggiri” - “sono venuto a prendere le tasse”), mentre prelevano le tasse per la propria famiglia con la forma del “pizzo” o “cresta”, pagamenti che artigiani e commercianti sono costretti a fare in cambio di protezione e favori.
Per la riscossione del siggimentu e del pizzo si servono dei Sicari. I Sicari sono spesso assassini professionisti, persone addestrate da varie scuole dell'isola dove insegnano metodi per uccidere e per intimidire con la sola presenza.
La più famosa scuola di Sicari è quella di Zyz, anche se gli spadaccini di Zyz chiamano se stessi Mutatori.
La Terra Indipendente di Zyz, con l'oracolo, il monastero e un paio di villaggi, si trova quasi al centro dell'isola, posta sui monti omonimi (detti anche Monti D'Asaro) e distante dalle vie commerciali.
In tutti i villaggi (tranne poche eccezioni) a governare sono gli Inquisitori, sacerdoti di Muhadd l'Unico Dio, che stabiliscono ciò che si può o non si può fare in base ai Dogmi della Fede. Nelle città il loro potere è minore, ma la loro influenza nelle scelte politiche è grande. In genere gli oppositori vengono bruciati sul rogo come eretici.
Chi vuole trovare un'affinità geografico-culturale con la Sicilia faccia pure: da lì nasce l'ispirazione.